Un’avventura HF a Porto Rico

Per lavoro mi capita piuttosto spesso di essere in giro per il mondo a fare qualche manutenzione o installazione, in particolare, quest’anno, dall’inizio di giugno a circa metà luglio sono stato a Porto Rico, una piccola isoletta nei caraibi. Il soggiorno è stato decisamente piacevole nella cittadina di Caguas, nel centro dell’isola, la ditta in cui ero si trovava a pochi minuti di strada ma con l’auto a mia disposizione difficilmente facevo il tragitto hotel-lavoro senza allungarmi a visitare qualche piccolo borgo o spiaggia in giro per tutta l’isola.

Jpeg

Una domenica in particolare sono andato a visitare il radiotelescopio di Arecibo (foto e spiegazioni della mia visita), così al lunedì parlando con i ragazzi della ditta in cui mi trovavo ecco che uno di loro, un certo Dennis, esclama: “ah! ci sono parecchi radioamatori in quell’osservatorio!”, io, stupido da tale affermazione gli chiedo se anche lui fosse radioamatore o come facesse a sapere una curiosità simile, così scopro che anche lui fa parte del mondo OM, con il nominativo WP4KJJ. Lo spirito HAM e l’ospitalità della gente latina hanno fatto si che una persona conosciuta da qualche giorno, proveniente dal lato opposto della terra venga trattata come un amico di vecchia data, così, terminata la giornata lavorativa allora siamo partiti verso casa sua, a pochi chilometri di distanza, nella cittadina di Gurabo fermandoci prima da Giovanni KP4FL, un signore di origini Italiane che con una cubica autocostruita domina una collina al centro di una zona residenziale

La cubica di KP4FL
La cubica di KP4FL

 

L'officina-magazzino di KP4FL
L’officina-magazzino di KP4FL

 

A sinistra WP4KJJ e a destra KP4FL
A sinistra WP4KJJ e a destra KP4FL mentre mi mostrano le basi per il nuoco traliccio

Salutato Giovanni, Dennis mi ha portato a casa sua per installare un RTX sulla mia vettura, così mi abbiamo installato una radio per i 10m, accordatore e antenna magnetica per poter farmi sentire anche da là.

Jpeg
Installazione volante sul cruscotto

Essendo un’auto a noleggio ovviamente non potevo fare installazioni troppo invasive, quindi mi sono dovuto accontentare di due fili unipolari provenienti dalla batteria, fatti passare all’esterno della vettura per poi rientrare dalla portella del conducente, attraversare in diagonale il cruscotto fino ad arrivare alla radio, un Realistic HTX-100 CW/SSB con abbinato un MFJ-969 collegato ad una verticale quadribanda su base magnetica. Praticamente era più il valore della strumentazione a bordo che della macchina.

WP4KJJ sull'auto a noleggio
WP4KJJ sull’auto a noleggio

 

La stazione di WP4KJJ
La stazione di WP4KJJ

A montaggio effettuato ci mettiamo in marcia lungo la “Autopista 22” in direzione ovest e, con Dennis al volante inizio a far chiamata a 28.300MHz, la frequenza di ritrovo di buona parte dei radioamatori locali, il primo a rispondere è un certo Josè, detto “Papo”, con nominativo KP4EIT che ci invita a casa sua per un aperitivo, nel frattempo ecco che si fanno sentire anche Luis WP4LUU, Rooney KP3RC e Josè WP4PIX con cui rimaniamo in QSO lungo tutto il tragitto. Arrivati a casa di KP4EIT saltano decisamente all’occhio i tralicci e le sue antenne, principalmente per i 50 ed i 144MHz

Le antenne di KP4EIT
Le antenne di KP4EIT

Ci accoglie subito nella sua stazione, in cui, tra tutte le radio e gli altri accessori si fanno riconoscere un IC-7700 abbinato ad un IC-PW1, con cui inizio a far chiamata in 50MHz e subito rispondono Victor NP4BM e Ramsey NP3XF, entrambi possessori del favoloso IC-7300 e che mi hanno convinto a comprarne uno al mio rientro in Italia

KP4EIT
KP4EIT

 

Il favoloso IC-7700 e IC-PW1
Il favoloso IC-7700 e IC-PW1

 

Parte del suo shack
Parte del suo shack

 

un FT-736 che domina la stazione dall alto
un FT-736 che domina la stazione dall’alto

 

WP4Kjj e KP4EIT
WP4KJJ e KP4EIT

 

IC-7700
IC-7700

Dalla stazione di KP4EIT ho anche fatto un po’ di chiamate DX, collegando, tra gli altri, due italiani ed un croato, oltre a diversi brasiliani ed un tedesco. Siamo rimasti fino a tarda notte in compagnia di “Papo” e del resto del gruppo in 10m e ovviamente non potevo tornare in hotel senza la sua QSL

QSL Fronte
QSL Fronte

 

QSl Retro
QSl Retro

 

Io e KP4EIT
Io e KP4EIT

Ovviamente spero di poterli ricontattare nuovamente al più presto in radio o ancora meglio tornare nuovamente a trovarli di persona!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *