Completato il RTX ATV a 1200MHz

Negli ultimi mesi sono stato abbastanza impegnato ma, ritagliando un angolo di tempo ogni fine settimana, ecco uscire dal mio angolo autocostruzioni un nuovo RTX ATV a 1200MHz.

Il circuito di tramissione è quello che ho spiegato in questo articolo a cui ho abbinato la sintonia di IW2KGH, mentre in ricezione ho usato un tuner Philips SF912 con un demodulatore di banda-base rielaborato dal progetto originale di I2ROM

Primi Esperimenti:

Prima di iniziare a costruire abbiamo fatto qualche esperimento a banco, con tutta la circuiteria volante, nel monitor si vede il monoscopio di IW2MBA, istigatore del progetto

Alimentazione:

Ho predisposto il tutto in modo da poterlo alimentare sia a 220V (per operazioni in casa) che anche a 12V (per contest o attività sul campo), la regolazione dei 12V è fatta con un piccolo trasformatore da pochi Ampere ed un circuito stabilizzatore con LM7812, TIP33 e TIP34

Lo stabilizzatore è volutamente sovradimensionato in modo da non generare un calore eccessivo e renderlo utilizzabile anche per lunghe trasmissioni

Ricevitore:

Il tuner è il comune Philips SF912, conosciuto anche come “manopolone” in quanto è possibile realizzarne una versione a sintonia manuale con un semplice potenziometro multigiri polarizzando direttamente il varicap, a questo indirizzo è possibile trovare lo schema del ricevitore completo a sintonia meccanica con tanto di PCB.

Sintonia:

La sintonia è di IW2KGH, collegata ad un display LCD 16×2, con 3 pulsanti ed un encoder si gestiscono tutte le funzioni del tuner (link alla documentazione del tuner), da la possibilità di comandare sia ricezione che trasmissione con un unica sintonia, gestire dei canali di memoria e funzionare con modelli differenti di PLL.

Banda Base:

l’uscita del tuner SF912 viene inviata ad un demodulatore di banda-base che ne ricava audio e video da inviare al televisore, lo schema è ricavato da quello che si vede qua:

Trasmettitore:

Il circuito di trasmissione è stato realizzato da I2CSE su progetto di I2ROM, lo schema è quello sottostante, su cui ho montato un finale M67715 comperato su eBay dalla cina a pochi euro, eroga circa 2W alimentato a 8V e 5W alimentato a 14V

Inscatolamento:

Frontale del RTX

 

Retro del RTX

 

Dettaglio degli interni prima di terminare il tutto

La commutazione tra RX e TX è con un relais coassiale della Radiall progettato per operare fino a 3Ghz con bocchettoni SMA e bobina a 12V,  la commutazione è manuale con un deviatore sul pannello frontale. Sul retro ho aggiunto anche la possibilità di collegare altri accessori a 12V come ad esempio un secondo ricevitore.

Prove sul Campo:

La prima prova è stata fatta dall’abbaino di casa mia con una direttiva 23 elementi appoggiata alla finestrella, condizioni decisamente precarie, l’immagine veniva generata con un Raspberry PI, e ricevuta da IW2MBA al suo QTH

La prova ha dato dei risultati decenti, le condizioni lavorative non erano le migliori, per cui i risultati ottenuti sono stati decisamente ottimi

 

Risorse esterne:

altra documentazione è reperibile su Radio Rivista n°5 del 1998 e su Elektor n°7 del 1994

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *