Calibrazione Iron 883 con Screamin Eagle Super Tuner

Nota introduttiva:

  • La documentazione HD e l’interfaccia software SEPST sono notoriamente scadenti. Quindi, ho pensato di scrivere una semplice guida passo passo per i neofiti.
  • La descrizione si applica al Screamin Eagle Pro Super Tuner, non altri modelli come SERT o TTS.
  • Puoi utilizzare Smart Tune con un banco prova o da solo: mi occuperò di utilizzarlo senza banco prova. Probabilmente non otterrai risultati perfetti in questo modo, ma saranno decisamente buoni per l’utilizzo normale.

Leggi bene:

Alterare i parametri della centralina potrebbe portare a gravi malfunzionamenti anche irrecuperabili, fare estrema attenzione a ciò che si tocca, la guida è a scopo puramente illustrativo, siete voi gli unici responsabili delle azioni che compirete seguendo questi passaggi.

La procedura descritta in questa guida altera in modo importante i parametri della vostra moto che non risponderà più alle normative in vigore per la circolazione su strada.

Materiale occorrente:

  • Interfaccia VCI per il tuo modello di HD (Nota: ogni centralina si abbina ad una ed una sola moto, non può essere riutilizzata su altri modelli/esemplari)
  • Cavi per collegare l’interfaccia VCI alla moto (Dipende da anno e modello, verificare attentamente)
  • Software Screamin Eagle Super Tuner (link) (mirror)

Potete trovare i link di acquisto alla fine del articolo.

Perché usare Smart Tune?

Quando cambi l’hardware su una Harley, ottieni cambiamenti nel flusso di aria e carburante che arrivano al motore, utilizzando Smart Tune è possibile far sintonizzare la propria moto su qualcosa di vicino ai rapporti ottimali del carburante che sono stati alterati da una modifica del filtro dell’aria, dello scarico, del corpo farfallato, delle camme, ecc.

La procedura comprende:

  • Caricamento di una configurazione di base
  • Registrazione dei dati
  • Utilizzo di Smart Tune per modificare i paramentri manualmente
  • Riprogrammazione della centralina con i nuovi valori calcolati

Caricare una configurazione iniziale (detta anche “mappa”)

Suppongo che tu ne sappia abbastanza per installare il software SEPST e avviarlo. Viene fornito con le istruzioni per l’installazione sul sito HD.

Nota: l’intera operazione è molto più semplice utilizzando un laptop perché puoi avvicinarlo alla tua moto ed avere tutto sotto controllo.

Avviamo il software SEPST in “Modalità di sintonizzazione: Avanzata” e poi seguiamo i passaggi per caricare una mappa base:

  1. Una volta visualizzata la schermata principale di SEPST, seleziona “Tuning” (l’icona del diapason).
  2. Scegliere la mappa che più si adatta, abbiamo due strade:
    1. Fare clic su “Seleziona file manualmente” e accedere alla directory appropriata in cui il software ha installato le mappe predefinite (file .dt0). Normalmente si trova in “C:\Program Data\Super Tuner\Delphi\Tuning Files\XL\”. Dovrai esaminare un lungo elenco di mappe. I dettagli per la mappa verranno visualizzati sul lato destro facendo clic sul nome di un file.
    2. Compilare manualmente la tabella sul lato sinistro per visualizzare le configurazioni default (consigliato)
  3. Selezionare la mappa che più si avvicina al proprio hardware. Ad esempio, se hai un Fat Bob stage 2 con camme SE204, allora ti consigliamo la mappa 176ST002.dt0.

Nota: Sfortunatamente, l’HD non fornisce mappe per hardware non Harley, quindi se disponi di hardware non Harley, è necessario scegliere la configurazione che più si avvicina. In generale, le mappe della Stage 1 vanno bene per qualsiasi hardware della Stage 1, dallo Stage 2 la scelta diventa complicata.

PRO Tip: se avviamo il software DOPO aver connesso la moto riconoscerà automaticamente il modello e la centralina in uso suggerendo le mappe applicabili.

Collegamento del VCI tra moto e laptop:

  1. Spegnere la moto.
  2. Rimuovere il coperchio della batteria sul lato sinistro, qui troverai un connettore grigio con un tappo di gomma nera all’estremità, far scorrere il connettore grigio fuori dal suo slot ed estrarre il tappo nero.
  3. Inserire il cavo VCI corretto nel connettore grigio.
  4. Collegare l’altro cavo dal VCI alla porta USB del laptop.

Caricamento della nuova mappa nella moto:

 

Nota: Cerca di non dedicare troppo tempo alla parte successiva perché l’elettronica ed i fari saranno accesi ma il motore non sarà in funzione e questo scaricherà la batteria dopo circa 30 minuti.

  1. Accendi il commutatore di accensione della tua moto e imposta l’interruttore Run/Stop su Run ma non accendere il motore!
  2. Se i collegamenti sono tutti buoni, dovresti vedere l’icona “Flash” precedentemente disattivata (la moto con il fulmine nella parte bassa) che ora è diventata attiva. In caso contrario, è necessario controllare nuovamente le connessioni e magari leggere i file della guida SEPST relativi al collegamento del VCI.
  3. Premere l’icona “Reflash”.
  4. Nella schermata successiva in “Stato di programmazione” ci sono due checkbox: assicurati che siano selezionati “Attiva Smart tune Reflash” e “Ripristina carburante adattivo”.
  5. Fare clic su “Program ECM Cal” e fare clic su “OK” per confermare.
  6. Non toccare niente adesso! Puoi rovinare la moto se la procedura non va a buon fine. Siediti sulle tue mani per toglierti ogni voglia di toccare cose.
  7. Quando viene visualizzato “Flash Update Process Complete”, seguire esattamente le istruzioni sullo schermo: Spegnere l’accensione e attendere 10 secondi.
  8. Fare clic su “OK” per confermare il messaggio.

Grande. La moto ora ha una nuova bella calibrazione/mappa caricata che corrisponde (circa) al tuo hardware. Il prossimo passo è affinarlo per la tua moto.

Registrazione dei dati:

 

Hai ancora il VCI collegato, giusto?

  1. Riaccendere il commutatore di accensione.
  2. Fare clic sull’icona “Strumenti” (sembra una casella degli attrezzi).
  3. Se le cose sono collegate correttamente, le tre icone in basso a sinistra dello schermo saranno ora disponibili.
  4. Selezionare l’icona “VCI Data Record”.
  5. Nella schermata successiva (“VCI Data Record”), fare clic su “VCI Record Start”.
  6. Seguire le istruzioni e, quando richiesto, spegnere la moto e scollegare il VCI dal laptop ma non dalla moto!.
  7. Il VCI deve restare sulla moto, quindi trova un posto per fissarlo o mettilo in una borsa.
  8. Vestiti e preparati a trascorrere un’oretta in viaggio. Cerca un bel tratto di strada lungo e tranquillo in cui puoi guidare in sicurezza e senza interruzioni a tutte le velocità stradali in tutte le marce. Trovare questa strada è una delle parti più difficili del processo di messa a punto.
  9. Non avviare la registrazione finché il motore non è ben caldo.
  10. Quando raggiungi la tua “pista di prova”, accosta e lascia il motore acceso.
  11. Premi una volta il pulsante sul VCI. La luce rossa dovrebbe iniziare a lampeggiare.
  12. Ora guida la moto con tutte le marce, a tutte le velocità e con tutte le aperture dell’acceleratore. Cerca di coprire quante più variazioni possibile nelle condizioni di guida. Il SEPST registra solo a velocità costante, quindi mantieni ogni combinazione di velocità / marcia per circa 10 secondi. Sarai in grado di registrare per circa un’ora, che di solito è un tempo sufficiente per annoiarti. Non dimenticarti di andare in moto per un po’ come faresti normalmente, cercando di fare un giro in città e in autostrada/strada extraurbana.  Nota: LASCIARE LA MOTO IN FUNZIONE – se spegni ora tutto il tuo tempo in sella sarà sprecato!
  13. Una volta che hai finito di acquisire i dati e/o sei tornato a casa lascia la moto accesa!
  14. Premere una volta il pulsante sul SEPST. La luce diventa fissa.
  15. Ora puoi spegnere la moto.

Ottenere i dati registrati dalla moto:

  1. Ricollegare il SEPST al laptop. Accendi l’interruttore di accensione della moto.
  2. Nel menu SEPST “Strumenti” nella schermata “VCI Data Record”, selezionare la scheda “Download data”.
  3. Scaricare i dati registrati seguendo le istruzioni sullo schermo. Prendere nota del nome del file dei dati salvati, qualcosa come: “VCI_121-124211_7.hdx: prima corsa dati registrata il 1 marzo 2020 con il nuovo hardware dello stage 2 montato, guidando sulla A14 e sull’aerodromo”.

Tutto OK finora? Carichiamo i parametri salvati

Hai fatto la parte difficile e ora tutto ciò che devi fare è unire i dati registrati nella centralina VCI con la mappa default che hai scelto in precedenza, attaccarla alla moto e completare la procedura.

  1. Se hai spento il tuo laptop è il momento di riaccenderlo, lancia il software SEPST e ricarica la mappa che hai usato al inizio della guida, non può essere una mappa diversa con impostazioni differenti.
  2. Vai alla schermata “Tuning” e fai clic sui segni “+” per espandere i display “VE Front Cyl” e “VE Rear Cyl” sulla sinistra dello schermo in modo da poter vedere “Working”, “Last Saved”, “Originale” e “Smart Tune”.
  3. Fare clic e trascinare la versione “Working” della tabella “VE Front Cyl” nella metà inferiore del grande spazio a destra, selezionando l’opzione “Visualizza come tabella” mentre si rilascia il pulsante del mouse.
  4. Fare clic e trascinare la versione “Smart tune” della tabella “VE Front Cyl” nella metà superiore del grande spazio a destra, selezionando l’opzione “Visualizza come tabella” mentre si rilascia il pulsante del mouse. Non importa quale cilindro fai per primo o quali due delle quattro finestre usi. Trascina e allunga le due finestre che hai usato in modo da poter vedere le tabelle in entrambe.
  5. Nella finestra “Smart tune, VE Front Cyl”, fare clic su “Aggiungi nuovo …” e utilizzare la finestra del file di dialogo per individuare il file di dati salvato al passaggio precedente e aprirlo.

Nota: Riceverai un errore se provi a caricare un file di dati registrato utilizzando una mappa diversa. In futuro potresti avere diverse sessioni di dati registrati scegli attentamente quelli corretti.

Generazione della nuova tabella:

  1. Ora premi “Genera”. Ci vorrà un po’ di tempo per generare la nuova tabella VE.
  2. Al termine della generazione, il messaggio “Attendi” scompare e il pulsante “Aggiorna” si attiverà.
  3. Controllare le celle modificate nella tabella “Smart Tune”. Vengono visualizzati quelli per cui la sessione di ottimizzazione ha registrato dati sufficienti per aggiornare i valori. I contenuti effettivi non sono particolarmente importanti a questo livello di messa a punto. Ciò che è interessante però è l’intervallo delle celle per cui sei riuscito a ottenere i dati. Probabilmente avrai un’eruzione di celle al centro del tavolo e non molto agli estremi. Questa è la condizione classica se hai fatto la tua solita guida rilassata in quanto ci saranno una grossa quantità di dati sulle velocità medie. Le celle senza aggiornamenti sono ciò che ti sei perso durante la corsa e in un secondo momento potresti provare a registrare alcune di quelle combinazioni di giri/min.
  4. Una volta che ti sei stufato di guardarlo, premi “Aggiorna”.
  5. Guarda ora il tavolo “Working”. Le celle da modificare sono evidenziate in turchese.
  6. ​​Ripetere gli ultimi passaggi per l’altro cilindro.
  7. Salva la tua mappa modificata premendo il pulsante “Salva con nome …” in alto a destra dello schermo. Prova a dargli un nome utile, come “176ST002 con la prima esecuzione di dati effettuata il 1 marzo 2020.dt0”.
  8. Avrai ora la tabella personalizzata per la tua moto
  9. Assicurati di aver selezionato la mappa modificata nella schermata “Tuning” se hai più di una mappa aperta.
  10. Ora carica i valori del ECM come hai fatto a metà guida, tranne che non selezionare “Abilita Smart Tune Reflash” ma seleziona “Ripristina carburante adattivo”.
  11. Segui i passaggi sullo schermo come hai fatto prima. Quindi spegnere la moto, scollegare tutto e attendere almeno 10 sec prima riavviarla nuovamente.

E questo è tutto quello che c’è da fare! Ora avrai una mappa sintonizzata nella moto che corrisponde al tuo hardware.

Apprezzerei davvero che chiunque abbia familiarità con il SEPST controlli il mio lavoro e fornisca feedback. Buona messa a punto!

Lettura della mappa attuale:

Non vi è un vero e proprio modo di leggere la mappa caricata sulla centralina, possiamo però vedere quella caricata sul VCI (utile ad esempio se abbiamo acquistato una moto di seconda mano con tuner allegato), in tal caso nella pagina della scelta della mappa possiamo spostarci nella scheda VCI e vedremo l’ultima mappatura caricata sul tuner. Se dovesse apparire vuoto significa che il nostro tuner è nuovo o è stato resettato di recente.

Link per gli acquisti:

Cavo Tuner per XL883 2016 P/N 41000018: Harley-Davidson Screamin’ Eagle Tuner Replacement Cable Kit RCK P/N 41000018

Programmatore Pro Street Tuner P/N 32109-08C: Harley-Davidson Screamin’ Eagle PRO Super Tuner P/N 32109-08C – shipping from EU

Nota importante: il connettore cambi su alcuni anni/modelli, verificare attentamente prima del acquisto!

Software Screamin Eagle Super Tuner:  Download link (mirror)

Negozio eBay consigliato: www.supertuner.pl

7 Risposte a “Calibrazione Iron 883 con Screamin Eagle Super Tuner”

  1. ciao, fantastica guida, devo però chiederti una cosa, perchè ho cambiato pc e ho scaricato programma nuovo, collego, legge la centralina ma ppoi mi da sempre questo errore:

    Lunghezza della matrice di origine insufficiente. Controllare srcIndex, la lunghezza e i limiti inferiori della matrice.

    sai per caso come posso risolvere?

    grazie alex

    1. non mi è mai capitato, prova a disinstallare il programma e riprovare. Se nemmeno così risolvi se vai nel menù opzioni troverai un bottone con una dicitura tipo “aggiorna tuner” e ti farà l’aggiornamento della scatoletta

  2. bellissima guida …..io ho avuto esperienze 3/4 anni fa con super tuner su Street bob 96″ ma mi ero fatto mandare un file specifico da BRAVOMO di Roma poi da me corretto ulteriormente. Ora invece ho uno Street Bob 103 e street tuner ma le procedure mi sembrano identiche. Vorrei evitare Bravomo ed arrangiarmi, quindi chiedo conferma per il file generato dalla registrazione in strada che è da modificare a piacimento …giusto ? (ingrassare tabelle VE ….abbassare AFR……minimo etc.)
    grazie

    1. In teoria il file generato automaticamente serve proprio a regolare tutti quei parametri usando i valori letti dalle sonde del ossigeno nello scarico, se ti accontenti dei consigli di fabbrica già ti daranno un buon punto di partenza, se poi ci vuoi mettere mano non lo vieta nessuno

  3. grazie …….scopro ora che con il pro street ( al contrario del super tuner) non puoi regolare il minimo …..giusto ?

    1. Non conosco tutte le versioni del tuner ma so che si, ci sono delle piccole differenze. Giusto per correttezza il mio meccanico di fiducia mi ha sempre sconsigliato di toccare il minimo in quanto abbassandolo si stresserebbe eccessivamente l’alternatore causando noie allo statore dello stesso

  4. troppo no ma un pelo si …..tipo 850/900 l’ho avuto per 4 anni e 40.000 km senza problemi ..ok grazie
    ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *